Il Sogno di Origine

"Il Sogno di Origine" Il file pdf da scaricare di un resoconto dei nostri lettori


Il Motore a Cristalli

Il file in Pdf del motore a cristalli

Cristalli



Cronache di Tempi Antichi

Cronache Atlantidee il file in pdf da scaricare

Gente in Armonia

Sento tanta gioia in me il mio amore è sempre con te, chiamami io sarò ancora con te, il tempo della conoscenza tornerà noi saremo ancora con voi.
Ho sentito di non essere sola è tornato HOREB

Ermes

Disco argenteo che ruota in senso antiorario alla velocità di un giradischi, era in sospensione utilizzando un campo magnetico generato dalla luce che attraversava il cristallo. Ionizzava, potenziando le particelle d’acqua creando una sospensione al disco.

Elisabetta Ceriani

Avevo circa 20 anni, quando una volta venni svegliata dal rumore del comodino che venne mosso, io giravo le spalle a questo e avevo gli occhi chiusi, ma vedevo benissimo cosa stava succedendo dietro le alle.
Si presentò una persona altissima (toccava quasi il soffitto) con una veste lunga e tutta nera, ad un tratto allungò il suo braccio e mise un dito sul mio coccige.
Rimasi paralizzata e un calore immenso pervase tutto il mio corpo, dalla paura cercai di reagire chiamando mia mamma, ma mi accorsi che dalla mia bocca non usciva suono.

 

Leggi tutto...

Ciao Egidio, Sono Daniela

L'estate scorsa Anna mi ha regalato una copia di memorie di atlantidei. Sono immagini intense profonde belle, pur non avendo sentito parti di me affiorare - ciò non lo priva del significato che ha.
Lo riprenderò a distanza di tempo, anche se sento più l'immediatezza che un’immagine porge poi... quello che viene dopo é il percorso del pensiero.
Qualche notte dopo ho fatto un sogno, particolare, che ancora ricordo.
Ci sono sogni e sogni, e quello era uno di quelli in cui poi si rende manifesta nella realtà ordinaria il sottile significato del simbolo del sogno, oppure sogni in cui sei sicuro di essere entrato in una sorta di realtà.
Infatti era di per sè un periodo particolare, e quella notte sognai di compiere un viaggio in tibet - luogo che non ho mai visitato ma che sento molto -.

 

Leggi tutto...

Mariangela di Rimini

Durante una meditazione nel ’98 - ‘99

Mi trovo davanti ad un tempio, so di essere in Atlantide. Sono al termine della giornata che conduce all’ingresso. La scalinata è larghissima, tutta di marmo bianco e in cima c’è uno spiazzo ricoperto da una loggia sostenuta da due colonne enormi anch’esse bianche.

È il tramonto, io mi vedo da dietro: indosso una tunica celeste con una fascia d’oro in vita, i miei capelli sono neri, appena mossi e lunghi. Avvicinandomi osservo la porta del tempio che è d’oro con tanti bassorilievi o sbalzi che rappresentano tanti simboli:

quello che mi attira maggiormente è il simbolo del sole… i raggi del tramonto rendono brillante la porta…

 

 

Leggi tutto...